Inflazione: torna di moda la curva di Phillips

Secondo i dati provvisori dell’Istat, nel mese di maggio l’indice Nic dei prezzi al consumo è salito dello 0,1% su mese e dell’1,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In aprile l’indice era rimasto stabile rispetto a febbraio ed era salito dell’1,1% su base annua. Ci chiediamo se questo dato possa considerarsi positivo oppure come un fattore di cui preoccuparsi. … Continua a leggere

Il buonismo becero che non porta da nessuna parte

Leggiamo su Repubblica un articolo relativo ad un fatto successo in una scuola milanese. Un docente di un istituto professionale è finito in ospedale con quattro denti rotti dopo che un sedicenne, che era stato richiamato perché aveva acceso un falò nel corridoio della scuola, gli ha scaraventato in faccia un estintore. Non contento, lo studente lo ha colpito una seconda … Continua a leggere

La scuola tecnocratica e quella con l’anima

“Se oggi al mondo c’è chi crede all’instaurazione di Stati razionali e di economie basate unicamente su numeri e calcoli, indici di produzione e di distribuzione, noi crediamo e sappiamo che la nuova spiritualità nascerà solo dal messaggio di chi, tagliando nelle viscere più profonde della nostra anima col vomero di una irresistibile speranza, ci darà la sensazione vibrante che … Continua a leggere

Perchè l’insegnante è meglio del computer

Riprendono, dopo alcuni mesi, i post sul nostro blog. Vogliamo parlare oggi della nuova tendenza pedagogica che vuole sostituire gli insegnanti ” in carne ed ossa” con strumenti tecnologici: computer, test elettronici, votazioni basate su algoritmi e via discorrendo, con l’inutile e fatua speranza che togliendo la “personalità” all’insegnamento e alla valutazione sia possibile perseguire l’obiettivo dell’oggettività. Un paio di … Continua a leggere

Bolzano raccomanda: abolire i voti inferiori a 4

La Giunta provinciale di Bolzano ha approvato il 4 luglio nuove disposizioni per la valutazione degli studenti delle scuole superiori e degli istituti professionali: la raccomandazione con i voti è di non scendere sotto il 4. Questo invito “vuole offrire al giovane la possibilità di riprendersi, di ritrovare fiducia, di stimolarlo a recuperare.” “Che senso ha” – spiega il Presidente … Continua a leggere

Togliamo il disturbo: un libro per riflettere

Abbiamo visto il nuovo libro della professoressa di lettere Paola Mastrocola. Il testo racconta gli ultimi decenni delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, li analizza e, rileggendo le trasformazioni culturali di questi anni, ne evidenzia gli errori e, diciamo noi, gli “orrori”. Signficativo è anche il titolo: Togliamo il disturbo. Ossia: ci arrendiamo. Basta. Avete vinto voi. Fate … Continua a leggere

Educare sta diventando impossibile

Ieri il Cardinale Bagnasco ha aperto ad Ancona i lavori della Cei con un bel discorso, nel quale ha parlato del vuoto politico che penalizza i giovani e del danno etico che deriva al Paese da comportamenti che privilegiano «una rappresentazione fasulla dell’esistenza, volta a perseguire un successo basato sull’artificiosità, la scalata furba, il guadagno facile, l’ostentazione e il mercimonio … Continua a leggere

Alcuni decenni di storia scolastica

Abbiamo spesso affrontato il tema della cosiddetta “emergenza educativa”. Scrive G. Israel: “Le cause di questo disastro le ho esplorate e le esploro continuamente e quindi non mi ripeterò. Se non per dire, in estrema sintesi, che sono il frutto di qualche decennio di pessime riforme, continui ope legis, la creazione di un precariato enorme, la scuola intesa come ammortizzatore … Continua a leggere